Gazzetta Football League: quando il calcio amatoriale diventa una favola

70 città italiane, 1700 squadre, 15.000 giocatori e un unico grande sogno: conquistare il titolo italiano

Si chiude la Gazzetta Football League tra lacrime di commozione e coppe alzate al cielo

Mentre c’è chi ancora si lecca le ferite per la mancata qualificazione dell’Italia ai mondiali, le retrocessioni o la mancata promozione della propria squadra del cuore, c’è un’altra Italia che vi vogliamo raccontare, quella del calcio amatoriale, che tra divertimento, gioco, sacrificio, sudore e tanta, ma tanta passione, non smette mai di sorridere.

Stiamo parlando della Gazzetta Football League, il più grande campionato di Calcio a 5 e calcio a 7 nazionale, amatoriale maschile e femminile, promosso dalla Gazzetta dello Sport di RCS, organizzato dalla Lega Nazionale Calcio Amatoriale, sponsorizzato da Gatorade e con la partnership tecnica di Enjore.

gazzetta footbal league

L’edizione 2017/2018 si è conclusa nell’incantevole cornice dello Stadio Olimpico di Roma e ha visto aggiudicarsi all’Antica Casa del Panino Agrigento il titolo di Campione d’Italia calcio a 5 maschile e al President Gaming Hall Palermo quello di calcio a 7.

A conquistare invece il titolo di campionesse italiane del Calcio a 5 femminile, le ragazze de la Sosteria Piacenza CAI Soccer, guidate dall’allenatrice Valentina Rezoagli.

<<“Il calcio non è sport per donne.” Con questa affermazione categorica, un insegnante di educazione fisica troncava sul nascere qualsiasi tipo di discussione sul calcio femminile. Se fosse stato allo Stadio Olimpico di Roma sabato 2 giugno avrebbe certamente cambiato idea>> esordisce così, con la voce a tratti spezzata dall’emozione, la dirigente della squadra Martina Lusardi << È quasi una favola la storia di un gruppo di amiche e giocatrici di calcetto femminile che decidono di formare una squadra per partecipare ad un Torneo Nazionale organizzato dalla Gazzetta dello sport. Le qualità calcistiche sono indubbie ma l’impresa è di quelle toste. L’ amicizia, anche fuori dal campo, sarà l’arma vincente. Qualificazioni provinciali: superate. Qualificazioni regionali: superate.

L’insperabile è diventato realtà. Si va a Roma per le finali nazionali. Stadio Olimpico. Tempio del calcio. Casa di Totti. Sullo stesso prato che ha visto correre grandissimi campioni. In una giornata caldissima ed emozionante ci siamo avvicendate fino alla conquista della finale. Partita sofferta che ci ha viste prima soccombere e poi trionfare. Abbiamo alzato il Trofeo tutte insieme: una gioia immensa ed una soddisfazione ancora più grande. Caro professore sì. Le donne sanno correre, giocare, sudare e soffrire…proprio come gli uomini.>>

Emozionata, ironica ma anche pungente la dirigente della squadra femminile vincente, che ci tiene a sottolineare l’importanza della rottura degli stereotipi di genere nel gioco del calcio.

Gazzetta Footbal League

Ed è anche per questo, che un torneo amatoriale di portata nazionale diventa importante, un punto di partenza ma anche di arrivo, un punto di riferimento e di aggregazione. Quello che la Lega Nazionale Calcio Amatoriale ha contribuito a creare e con cui noi di Enjore siamo orgogliosi di collaborare ogni giorno, attraverso il nostro supporto tecnologico.

<<Siamo davvero soddisfatti e contenti di essere riusciti anche quest’anno a coinvolgere migliaia e migliaia di giovani e meno giovani in tutta Italia, con il solito entusiasmo che accompagna questo campionato. Organizzare l’evento in oltre 70 città coinvolgendo oltre 15.000 persone è sicuramente un’impresa ardua, guidata principalmente dal desiderio di riportare al centro dell’attenzione l’importanza del calcio amatoriale, sia maschile che femminile, una realtà ben consolidata in tutta Italia, ma spesso lontana dai riflettori. Una realtà che è un anello trainante di aggregazione e di senso di comunità, soprattutto per i più giovani. Ci teniamo a ringraziare, oltre al main sponsor Gatorade, Enjore per il supporto tecnologico, senza il quale sarebbe stato difficile riuscire ad organizzare con così tanta destrezza un torneo di tale portata>> a dichiararlo Marco Scianò, presidente della LNCA, organizzatrice del torneo.

<<Il calcio amatoriale è il “luogo” dove sono nate delle professionalità di altissimo livello. Gazzetta vuole sostenere l’importanza del credere nei sogni che accompagnano la vita di un atleta e per questo ha deciso di investire in questo evento, giunto ormai alla sua terza edizione: per dare l’opportunità di far vivere emozioni e sentimenti autentici, quelli dello sport bello.

Anche la scelta dello stadio Olimpico per l’evento finale non è stata casuale: rappresenta l’Italia stessa, il collante  per raggiungere il sogno tanto ambito. Gazzetta è sempre stata attenta a raccontare tutti gli sport a tutti i livelli, come quelli degli amatori spinti dalla passione anche se spesso appartenenti a realtà sconosciute. Abbiamo avuto l’occasione di conoscere storie personali molto belle e rilevanti, giocatori animati da una passione altissima e davvero gratificati di partecipare ad un evento che ha concesso loro di calcare l’erba di un grande stadio, mentre amici e parenti erano pronti a fare il tifo per loro. Un momento importante di aggregazione, condivisione e coesione di una comunità che vive lo sport nel tempo libero, come momento ludico ma anche educativo. Giocatori di tutte le età accomunati dallo stesso sogno.>> dichiara Alessandro Csat, responsabile Marketing Eventi RCS.

Perché in fondo non è mai troppo presto né troppo tardi per sentirsi campioni. Per un giorno o per tutta la vita.

gazzetta football league

 

[Credits Foto Alfredo Falcone – LaPresse]

,